Come creare programmi portatili sulla chiavetta USB

Ti piacerebbe portare sempre con te tutti i tuoi programmi preferiti? Oppure poter usare quei programmi in qualsiasi computer che ti possa capitare tra le mani? Magari a casa di un amico, in ufficio o in un Internet point? Si può fare utilizzando le cosiddette applicazioni standalone o portable. Si tratta di programmi che non richiedono installazione e che non si integrano con il sistema operativo. Sono standalone appunto, cioè funzionano da soli. Non solo, alcuni di questi programmi sono portabili, cioè sono di dimensioni ridotte e posso essere memorizzati agevolmente all’interno di una chiavetta USB. Su Internet è reperibile una vasta moltitudine di programmi portabili. Inoltre sono reperibili delle vere e proprie raccolte di applicazioni portabili contenenti programmi che vanno dal ritocco fotografico al file sharing, dall’editing di testi ai browser web. Tutti rigorosamente portatili. Per iniziare è possibile consultare il sito Portableapps, dove è possibile scaricare sia i programmi che un comodo launcher, (programma che permette di lanciare i programmi con facilità). Il launcher comunque non è indispensabile e possiamo organizzare i vari programmi all’interno di cartelle separate. Una volta memorizzati nella chiavetta USB, basterà collegare la stessa al computer e lanciare i programmi preferiti dalla chiavetta stessa. Senza installare nulla. Ecco un elenco di siti che offrono raccolte di programmi portatili:

Può capitare però di non trovare il programma che ci interessa all’interno di queste raccolte. In questi casi possiamo rendere portabile il programma da soli. Ci sono vari modi per rendere portabile un programma, la strada più semplice è quella di utilizzare un apposito software per la creazione di applicazioni portatili come Cameyo o JauntPE. Ecco un elenco di creatori di applicazioni portatili:

Il problema con software come Cameyo è che per creare applicazioni portatili occorre comunque installarle su un computer. Un altro metodo per creare applicazioni portatili è quello di utilizzare un software come Universal Extractor. Universal Extractor è un software gratuito in grado di estrarre le componenti chiave di un’applicazione distribuita sotto forma di file d’installazione in formato .exe, .msi, .cab, etc. e di memorizzarle in una cartella su disco fisso (Universal Extractor riesce ed estrarre qualsiasi tipo di file da un archivio, sia esso un semplice file *.zip, un file eseguibile *.exe, o un pacchetto di Windows Installer *.msi). Una volta estratti i file all’interno della cartella, possiamo copiare quest’ultima su una chiavetta USB. Per creare un programma portatile con Universal Extractor, segui questi passaggi:

  • Scarica Universal Extractor dal sito ufficiale
  • Installalo sul computer
  • Copia il file di installazione del programma che vuoi rendere portatile in una cartella
  • Entra nella cartella e apri il file di installazione con Universal Extractor, cliccando con il tasto destro del mouse e selezionando la voce “Estrai con UniExtract nella sottocartella”

A questo punto verrà creata una sotto-cartella in cui verranno estratti tutti i file dll e alcune cartelle insieme al file eseguibile *.exe, che potrebbe chiamarsi ad esempio “setup.exe” (ma questo dipende dal programma per cui potrà avere un altro nome). Una volta installato Universal Extractor, un metodo alternativo per estrarre i file è il seguente:

  • avviare Universal Extractor
  • nella finestra che appare, nel primo campo digitare il nome file exe installabile del programma che intendete rendere portable
  • nel secondo campo inserire il percorso di destinazione, cioè dove si desidera salvare il programma portatile

Se il programma può essere reso portatile si avvierà una finestra DOS dove verranno effettuate alcune operazioni, al termine delle quali verrà creata la cartella contenente il file eseguibile dell’applicazione portatile. Attenzione: questa procedura non è utilizzabile con qualsiasi programma, perché i programmi che richiedono necessariamente l’avvio della relativa procedura d’installazione non funzioneranno. Questa procedura è quindi ottima con i programmi come Firefox, VLC, CCleaner ed altri programmi di questo tipo, ma non funziona con programmi più invasivi che richiedono ad esempio la scrittura di chiavi nel registro di Windows.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *